.
Annunci online

"siate allegri nella speranza" (Romani 12:12)
23 luglio 2012
un nuovo mare
E quest'estate sarai donna,

farai la prima volta all'amore,
               come si faceva un tempo.

Già lo senti,
         ancora non sai.

Proverai un nuovo mare,
       e le mani sulla sabbia

           stringeranno non più solo i sogni;

dolcezze nuove,
suoni già noti

           si mescolano,
                      giacciono con te.

Perdonerai il mondo,
           di tutta l'angoscia.

Piangi bene,

piangi tanto.



permalink | inviato da franzmaria il 23/7/2012 alle 22:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
23 luglio 2012
l'ultimo treno
Se fosse l'ultimo,
non correresti?

Non correresti oltre il fiato,
oltre ancora,
              e ancora dopo,

                  da non toccarti.

Da non vederti ansimare,

         tanto sei fiato tutto.

Inciampare, in ultimo,
                   rotolare.

Striscia,
            ferita,
                      sangue.

Poi dolore,
                 pianto.

E parte l'ultimo treno,
       perduta via,
      inconsolabile lutto.

Ma sei vivo



permalink | inviato da franzmaria il 23/7/2012 alle 22:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
23 luglio 2012
e sogna...
Ho imparato ad apprezzare 

l'audacia esclusiva
dei seni piccoli,

             naturale eleganza e virtù,
         nascondimento impossibile per le coppe,

                        sempre un po' troppo larghe.


E da vicino seduto,
             nella noia metropolitana,

la luce accanto che sfugge,

             irripetibile gioia di uno scivolamento,
           inavvertito da lei.

O forse notato, 
ma lasciato donarsi

Perché sia frescura,
             nella piana fra le colline.

Sia dolcezza e vento
      nell'animo di chi guarda.

                       E sogna




permalink | inviato da franzmaria il 23/7/2012 alle 21:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 giugno 2012
la casa del fenicottero
Ho visto planare un fenicottero,
solo ed elegante,
fiero e sobrio.

Andava piano,
senza urgenza nelle ali.

Gioiva silenzioso
di non accompagnarsi allo stormo.

Sapeva lo avrebbero raggiunto loro,
sapeva non esserci altra via.

Era la sua casa,
quel campo deserto,
        inutile a prima vista.

Il tesoro nascosto
     sarebbe nato ora;

il fenicottero lì,
       appoggiato,

ora contento

sarebbe stato il suo apocalisse





permalink | inviato da franzmaria il 18/6/2012 alle 22:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 giugno 2012
giusto e sbagliato
Non è importante fare tutto giusto; è importante sapere che sei in qualche modo nel Vero, anche se sbagli, anche se non lo possiedi tu, ma solo - forse - lo abiti, scivolando in esso, e mai potendolo comprendere appieno



permalink | inviato da franzmaria il 1/6/2012 alle 23:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 giugno 2012
realizzarsi?
Si può pensare una via di Verità, che non significhi successo, né quella sciocca idea di "autorealizzazione", che spesso significa solo realizzare un modello altrui male adattato a sé. La Verità non è nell'Ego, ma nella potenza d'Essere cui partecipiamo. Potenza d'Essere che ha un volto, un nome, un corpo.



permalink | inviato da franzmaria il 1/6/2012 alle 23:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
15 aprile 2012
Lettera
Avrei voluto scriverTi,
ma sai, non si può mai
 
il tempo lungo delle parole viene raccolto e tritato,
e bruciato poi ancora
              come la luce di un meriggio afoso
 
Non c'è più quel tempo,
non c'è più il respiro.
 
Quei sette giorni furono gli unici, probabilmente
e non possiamo sperarne ancora.
 
Sono qui, e poi non sarò più.
Dovevi dirlo più convintamente, allora
 
Dovevi convincerci che sarebbe stata veramente
               l'ultima volta
 
Ora cosa posso dettare
al mio amico che sa scrivere?
 
Io non più, non più in quella lingua
non più quelle voci
 
Fu inghiottito dal tempo il respiro
E ora breve si fa ogni momento
 
Ora breve si fa ogni vita
E finisce



permalink | inviato da franzmaria il 15/4/2012 alle 16:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
4 aprile 2012
le note di un tempo
Le note di un tempo appaiono

illuminato suono che si rianima

gioiosa voce 
       e allegro incontro.
      
               Oggi. E allora.

Udimmo un tempo,
ma ora di più

certi 
di un paesaggio

        che non perde,
              
                   e ci restituisce
                    ancor più lieti.

A noi, ai sorrisi che fummo e che siamo

A te, che ora passi 
   e - saluto veloce -
        crei grazia.

Non sia più silenzio fra noi

   Ma il suono dolcissimo 
        di voci 

         che 
           rotolando
     
        si abbracciano





permalink | inviato da franzmaria il 4/4/2012 alle 23:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 gennaio 2012
Dalla nebbia alla nebbia
A volte Ti incontro
       così,
 
       nella nebbia fitta
 
raggelato affresco di nulla
  o di indistinte forme
 
Salvo sentire improvvisa
         la Tua mano che mi sposta
 
                       "Occhio, lì cadi"
 
E per un momento mi sostieni
    su un equilibrio danzante
 
Ridi,
       perché anche Tu
     hai la tentazione
 
                             (proprio Tu)
 
di divertirti
di vederci scivolare
          nel piccolo burrone
 
 e poi ore a risalire,
           non più giovani
 
           le nostre gambe affaticate e liete.
 
Ma poi mi scavalchi
                        veloce
 
E' solo un Ciao
     della mano, ciò che vedo
 
Dalla nebbia alla nebbia
 
" A dopo", sembra dirmi
 
                          il Tuo passo affrettato



permalink | inviato da franzmaria il 19/1/2012 alle 0:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
29 settembre 2011
il cartello
Liberai il cartello,

      appeso e stanco,

sbatteva attorcigliato

            e sembrava chiamare.

Poi si rilega all'asta.

Allora è felice, pensai.

Potevi dirmelo, 

                       avrei capito



permalink | inviato da franzmaria il 29/9/2011 alle 20:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 137708 volte

Sappiamo che Cristo, risuscitato dai morti, non muore più; la morte non ha più potere su di lui.

Romani 6:9

Io non sono un Amleto, ma sono pigro, e non mi movo se non ho una buona spinta dagli avvenimenti. Ma se mi movo, io vivo là entro e ci metto tutto me, o scriva, o insegni, qualsiasi cosa faccia. piccola o grande, buona o cattiva, una passione c'era in me che mi traeva seco. Ed io non l'analizzai più; le ubbidii.

Francesco De Sanctis, Un viaggio elettorale