.
Annunci online

"siate allegri nella speranza" (Romani 12:12)
3 ottobre 2005
Turchia: giochi duri, ma necessari...

«Dipendiamo dalla Turchia anche per la difesa dell'Europa e Ankara ha fatto profondi progressi verso i criteri di adeguamento richiesti dall'Unione europea»

Semplice e chiaro, al limite della brutalità: Jack Straw (dal Corriere di oggi) spiega perché dobbiamo cominciare a percorrere seriamente il lungo cammino di avvicinamento fra Turchia e UE. Per chi volesse saperne di più, traggo da questo sito una sintesi dell'ANSA:

UE: TURCHIA, I PUNTI CHIAVE DEL QUADRO NEGOZIALE
Ecco i punti chiave del "quadro negoziale" per l'adesione all'Ue della Turchia approvato il 29 giugno scorso dalla Commissione Europea, che fissa gli orientamenti strategici e le procedure delle trattative tra Bruxelles e Ankara.
- RIGORE L'esecutivo Ue ritiene che si tratti del 'quadro negozialè "più rigoroso mai approvato finora", ha precisato più volte il commissario all'allargamento, Olli Rehn, ricordando che i negoziati saranno "un viaggio lungo e tortuoso", il cui risultato finale non è "scontato".
- OPEN-ENDED Anche se l'obiettivo finale è l' adesione di Ankara, i negoziati sono, infatti, 'open-ended', e cioè il risultato non è garantito.
- FRENI EMERGENZA Le trattative potranno essere sospese nel caso in cui la Turchia violi, "in modo serio e persistente", i principi riguardanti "la democrazia, i diritti umani, le libertà fondamentali e lo Stato di diritto sui quali è fondata l'Ue". Per poter essere valida, tale sospensione richiederà un'iniziativa della Commissione Ue oppure una richiesta da parte di un terzo dei paesi membri. La decisione finale deve essere presa dal Consiglio Ue a maggioranza qualificata, e l'Europarlamento deve esserne informato.
- TRANSIZIONE L'Ue potrà considerare l'inclusione di lunghi periodi di transizione e salvaguardie permanenti in alcune aree chiave delle trattative.
- BILANCIO I negoziati potranno essere chiusi solo dopo il 2014, data prevista per l'entrata in vigore del bilancio successivo a quello 2007-13. Questo è un principio - ricorda Bruxelles - valido con la Turchia ma anche con tutti i paesi candidati "la cui adesione all'Ue può avere sostanziali effetti finanziari" .
- ANCORAGGIO Alla fine delle trattative, nel caso in cui la Turchia non risponda appieno a quanto richiesto per l'adesione nei criteri di Copenaghen - che fissano i parametri da rispettare per l'allargamento -, i Venticinque vogliono assicurarsi che ad ogni modo Ankara rimanga "saldamente ancorata" alle strutture europee.

E di seguito, più nel dettaglio (anche se sono pagine non aggiornate all'ultimo minuto):

Sito Ufficiale dell'Unione Europea sull'allargamento alla Turchia
Pagina dell'ufficio italiano del Parlamento Europeo, con una efficace sintesi del percorso fatto, delle posizioni di alcuni esponenti, e soprattutto di dati essenziali per capire l'universo turco
 




permalink | inviato da il 3/10/2005 alle 12:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 161463 volte

Sappiamo che Cristo, risuscitato dai morti, non muore più; la morte non ha più potere su di lui.

Romani 6:9

Io non sono un Amleto, ma sono pigro, e non mi movo se non ho una buona spinta dagli avvenimenti. Ma se mi movo, io vivo là entro e ci metto tutto me, o scriva, o insegni, qualsiasi cosa faccia. piccola o grande, buona o cattiva, una passione c'era in me che mi traeva seco. Ed io non l'analizzai più; le ubbidii.

Francesco De Sanctis, Un viaggio elettorale