.
Annunci online

"siate allegri nella speranza" (Romani 12:12)
9 maggio 2006
fede
Non sapevo fossi tu,
l'indicibile tatto
il silenzioso sguardo

Non credevo fosse possibile
ammettere questa gioia
perché ancora non vista

Ma palpitano vene sotterranee
e i mari suggeriscono burrasche
anche quando c'è sereno

E piovono gocce
di colori indescrivibili
piogge invisibili e lucenti

Non mi sveglio:
non è il sonno
- non sto dormendo -
ciò che copre la felicità

ma la stolta mancanza di fiducia:

ciò che da sempre rovina ogni abbraccio

di due corpi
e di bocche che si cercano

Sapevo: eri tu,
mi è bastato ascoltare
chiudendo gli occhi

ho riconosciuto il sole
e il caldo tenero
nella tua voce di canto





permalink | inviato da il 9/5/2006 alle 18:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 161435 volte

Sappiamo che Cristo, risuscitato dai morti, non muore più; la morte non ha più potere su di lui.

Romani 6:9

Io non sono un Amleto, ma sono pigro, e non mi movo se non ho una buona spinta dagli avvenimenti. Ma se mi movo, io vivo là entro e ci metto tutto me, o scriva, o insegni, qualsiasi cosa faccia. piccola o grande, buona o cattiva, una passione c'era in me che mi traeva seco. Ed io non l'analizzai più; le ubbidii.

Francesco De Sanctis, Un viaggio elettorale