Blog: http://franzmaria.ilcannocchiale.it

Si è rotto il Cenacolo

Ohibò, si è rotto il Cenacolo
 il capolavoro si è incrinato

Come mai? chiede lo stolto
 
   Quale scandalo! esclama il giudicante

        Te l'ho detto, ridacchia lo scettico

Solo il semplice lo nota,

il buon uomo all'Uomo Buono parla
il dolce animo nell'Animo Dolce si rispecchia

Le righe spezzanti

     accelerano le braccia
     interrompono così la buia storia 

Giuda si ferma,

un'altra volta, sembra dire
non più di fretta è il suo passo
e Gesù ride
del nuovo amico

Non vi è più destino
Né fato alcuno
siede più 
a quella tavola

Torna a casa allegro,
l'uomo semplice

sperando che i dotti 
non riparino l'affresco.

La Chiesa ora chiuderà? 
ci domandiamo con lui

O almeno, speriamo con lui,
sarà un po' meno triste

domani
la messa?

Pubblicato il 10/5/2011 alle 0.40 nella rubrica e-vangeli.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web