Blog: http://franzmaria.ilcannocchiale.it

Lettera

Avrei voluto scriverTi,
ma sai, non si può mai
 
il tempo lungo delle parole viene raccolto e tritato,
e bruciato poi ancora
              come la luce di un meriggio afoso
 
Non c'è più quel tempo,
non c'è più il respiro.
 
Quei sette giorni furono gli unici, probabilmente
e non possiamo sperarne ancora.
 
Sono qui, e poi non sarò più.
Dovevi dirlo più convintamente, allora
 
Dovevi convincerci che sarebbe stata veramente
               l'ultima volta
 
Ora cosa posso dettare
al mio amico che sa scrivere?
 
Io non più, non più in quella lingua
non più quelle voci
 
Fu inghiottito dal tempo il respiro
E ora breve si fa ogni momento
 
Ora breve si fa ogni vita
E finisce

Pubblicato il 15/4/2012 alle 16.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web