Blog: http://franzmaria.ilcannocchiale.it

Chiarezza

Il Ministro degli Esteri britannico e presidente di turno Ue, Jack Straw ha commentato: «È una giornata storica». Straw ha aggiunto: « La Turchia è un paese europeo, è stato uno dei paesi fondatori del Consiglio d' Europa e quando l' Europa occidentale era disperata per trovare un punto di difesa ha guardato alla Turchia e quando le è stato chiesto di entrare nella Nato abbiamo detto grazie e non ci siamo interrogati sulla sua maggioranza islamica».

da questa pagina del Sole 24 ore, da cui traggo anche, per documentazione:

Ecco i principali punti del documento adottato:
- I negoziati sono un processo aperto il cui risultato non può essere garantito in anticipo.
Potranno concludersi solo dopo che saranno stabilite le prospettive finanziarie per il periodo che si aprirà nel 2014.
- Il Consiglio potrà decidere la sospensione dei negoziati, a maggioranza qualificata, qualora venisse raccomandata dalla Commissione europea in caso di violazione seria e persistente, da parte della Turchia, dei principi di libertà, di democrazia, di rispetto dei diritti umani, delle libertà fondamentali e dello stato di diritto sui quali si fonda l'Unione.
- L'adesione implica l'accettazione del complesso delle norme e dei principi alla base del diritto dell'Unione.
- La capacità dell'Unione di assorbire la Turchia, mantenendo il ritmo dell'integrazione, è una considerazione importante nell'interesse generale dell'Unione e della Turchia.
- L'Ue chiede il proseguimento degli sforzi della Turchia per arrivare a un regolamento globale della questione cipriota nel quadro dell'Onu e progressi nella normalizzazione delle relazioni bilaterali fra la Turchia e tutti gli Stati membri dell'Ue, compresa la Repubblica di Cipro.
- I negoziati si svolgeranno nell'ambito di una conferenza intergovernativa e saranno preceduti da un lavoro di screening a cura della Commissione.

Pubblicato il 4/10/2005 alle 10.11 nella rubrica Turchia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web